logo

0584 743324 - 340 6915641

Via F. Federigi 192, 55047 Querceta (LU)

Casi acuti

casi-acuti

Cane maschio di 6 mesi

Richiesta visita d’urgenza per trauma cranico perché investito da un’automobile:

All’esame obiettivo presenta testa piegata all’indietro, arti anteriori iperestesi e pedalamento dei posteriori, la coscienza è assente, pupilla dilatata (midriasi), respiro affannoso e perdita di sangue dalla bocca.

Intervengo con un rimedio omeopatico specifico per lo stato del cane e miscela d’urgenza dei fiori di Bach.

In poco tempo si normalizza il respiro e cessano i movimenti involontari degli arti posteriori.

Proseguo con un’associazione di 3 rimedi omeopatici e, il giorno dopo, il cane inizia a bere, anche se continua a mantenere il decubito laterale.

Nei giorni seguenti si rimette in piedi e comincia a mangiare, è cosciente ma un po’ smarrito con deambulazione barcollante.

Proseguendo con la terapia nel giro di 20 giorni si regolarizzano i riflessi posturali, l’andatura e lo stato del sensorio, fino alla completa ripresa di tutte le sue funzioni.


Pappagallino

Portato perché da qualche giorno non si appoggia sulla zampa destra:

Alla visita la zampa interessata manca della forza di prensione: associo 2 rimedi omeopatici adatti al caso e dopo 3 giorni lo rivedo notevolmente migliorato; faccio ripetere i 2 rimedi a potenza maggiore e distanziati nel tempo, fino a completa ripresa della funzionalità dell’arto.


Giulietta, Gatta

Intossicazione da sovradosaggio di antibiotico:

La gatta, per errore della proprietaria, ha assunto per vari giorni un dosaggio 4 volte superiore a quello terapeutico di un antibiotico prescrittole.

Alla visita risulta un po’ intontita e soprattutto presenta cecità con pupilla fissa in midriasi (dilatata), sintomo presente negli effetti tossici di quel farmaco nella specie felina.

Faccio fluidoterapia e somministro 2 fiale di rimedi omotossicologici sottocute.

Prescrivo da continuare a casa uno dei due rimedi, da somministrare per bocca più volte al giorno.

Nel giro di una settimana la micia riprende la visione e la pupilla torna alla sua normale funzionalità.


Cane femmina di 8 anni

Prevenzione post-partum

Ha partorito per la prima volta a 8 anni dando alla luce 8 cuccioli.

La vedo il giorno dopo il parto e sta bene, ma le prescrivo un rimedio omeopatico per facilitare la “pulizia” completa dell’utero e scongiurare così eventuali infezioni puerperali; inoltre prescrivo un rimedio che, associato alla somministrazione di calcio, possa permetterle di portare avanti l’allattamento dei cuccioli senza rischiare di andare incontro a crisi di ipocalcemia pericolose per la vita stessa della mamma.